Spettacoli teatrali nei teatri off di Roma

L'amore è questione di naso

AVVISO AI SOCI
dal 16 gennaio 2020 alle 21:00 al 19 gennaio 2020 alle 23:00
Giovedì, Venerdì, Sabato: 21:00
Domenica: 18:00
L'amore è questione di naso
13,00 € + 2,00 €
dal 16 gennaio 2020 alle 21:00 al 19 gennaio 2020 alle 23:00
Giovedì, Venerdì, Sabato: 21:00  Domenica: 18:00 
Prezzo:  13,00 € + 2,00 €  (+393464703609, 0683777148 per prenotare)
Teatro:  CineTeatro L'Aura
Genere:  Comedy 
Autore: Chiara Gambino
Regista: Chiara Gambino
Sinossi:
L’amore è questione di naso, di feromoni… di sensazioni, e questo lo sa benissimo Nora Odetti, giovane scrittrice italiana nonché antropologa da strapazzo, che cerca di dare, agli albori del 2000, una risposta alla seguente domanda: perché viviamo il sesso come un tabù? Questo è solo il punto d’inizio della ricerca di Nora, ricerca che si sviluppa su temi come il progresso femminista, l’emancipazione alle porte del nuovo millenio e soprattutto il desiderio folle di un uomo da amare. Chi invece non brama nulla di tutto cio è sua sorella: Patti, pratica e schietta, che non concepisce le tendenze stravaganti della sorella e non vive con questa semplicità l’approccio a certi argomenti e, anzi, tenta in modi che vanno “fuori dalla realtà” di isolare Nora dal mondo esterno; ma la comparsa di un giovane insegnante di educazione fisica, Claudio, modifica irreparabilmente l’equilibrio che le due sorelle cercano di tenere da anni. Giocando sulla stravaganza che caratterizza questi personaggi, i dialoghi carichi di umorismo ed ironia si sviluppano a più voci, ritmati da interventi esterni che non fanno altro che portare la trama a risvolti inaspettati e brillanti. Si parla in toni canzonatori e al tempo stesso decisi di un’Italia che tende a soffocare posizioni audaci, a tacere ed evitare domande piuttosto che istigare al dialogo. All’interno della commedia troviamo un forte accento femminile, una presenza coraggiosa e moderna che si manifesta con un’azione decisa, la quale permette a due donne di essere esattamente quello che sono, senza alcuna censura emotiva o intellettuale.